Poteva andare (molto) peggio

12 luglio 2015
in Category: Notizie
0 1499 0
Poteva andare (molto) peggio

Poteva andare (molto) peggio

Controcorrente a vari commenti apparsi su Facebook, alcuni ironici “l’importante è partecipare”, altri sconsolati “usciremo al primo turno”, credo che, per una volta, il sorteggio di Monaco ci abbia finalmente sorriso. Per capire al meglio questa mia analisi è indispensabile rendersi conto che, da quando l’Eurolega ha cambiato la sua formula da tre a due gironi, il livello della competizione si è, se possibile, ulteriormente alzato. Ergo, difficile trovare le cosiddette squadre materasso che partecipavano nelle scorse stagioni. Ecco che il valore dei team non può essere preso a parametro di giudizio: che si capitasse nel girone A o B il livello sarebbe rimasto pressoché invariato.
Schio_VS_Brno_DSC4940Allora perché dobbiamo ritenerci soddisfatti dell’esito dell’urna di Monaco? Per le trasferte ovviamente! Con la sola Kursk in girone per quest’anno possiamo scrollarci di dosso le preoccupazioni dei tanto temuti lunghi viaggi. Nessuna Odissea verso le lontanissime Ekaterinburg e Orenburg né verso la più vicina, ma non per questo facilmente raggiungibile, Kayseri. La squadra affronterà due comodi viaggi a Istanbul (Fenerbahce e Galatasaray) e girerà per l’Europa tra il tabù (da sfatare) di Kosice, la nuova Villeneuve d’Ascq (nel nord della Francia, nei pressi di Lille) e l’amica Sopron (con i tifosi della qualei i Kommandos, alcuni anni fa, strinsero un inconsueto quanto solido gemellaggio europeo). Il nome dell’ultima avversaria lo scopriremo solo il 2 ottobre al termine del turno preliminare tra Avenida e Brno. Ovviamente le spagnole godono dei favori del pronostico ma sappiamo bene che nel basket l’incertezza regna sovrana.
Janis Kacens, opinionista di lovewomensbasketball.com scrive (qui) che, a suo parere, nel nostro girone tre squadre si contenderanno i primi posti: Fenerbahce, Galatasaray e Kursk. Per la quarta piazza, invece, varrebbe la pena puntare i propri soldi su Schio o su Avenida (se passerà il turno di qualificazione). Insomma, al di là della prematura uscita dalla competizione lo scorso anno, pare che le quotazioni del Beretta in Europa non siano scese e la squadra gode di ottima reputazione. Questa notizia non può che far piacere visto che spesso il Famila nel vecchio continente è stato bistrattato per la sua storia giovane e per le modeste dimensioni della città di Schio rispetto ai colossi turchi e russi. Le basi per compiere un buon cammino europeo ci sono quasi tutte, non resta che aspettare l’inizio della stagione.
The following two tabs change content below.
Nicolò Dalle Molle

Nicolò Dalle Molle

Ho visto la mia prima partita di pallacanestro dal vivo il 17 maggio 2006. Il Famila Schio vinceva in gara 5 lo scudetto contro l’Acer Priolo. E’ stato amore a prima vista e da lì non è più finito. Nel mentre mi sono diplomato, laureato in scienze storiche e ho fatto esperienze di giornalismo. Ho aperto, assieme a degli amici, un blog sul basket femminile e collaboro con Basket Magazine.
Nicolò Dalle Molle

Ultimi post di Nicolò Dalle Molle (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *